venerdì 13 gennaio 2012

13.01.2012 LAST KISS IN VULCANO









Ultimo concerto live a Vulcano,

 un addio,

ma forse un arrivederci ad una comunità unica in SL.



★12.30 p.m.★ - ♬ SIOUX NIKOLAIDIS *The Elektroslide Show* ♬ 21,30 CET
★1.30 p.m.★ - ♬ SELELUNA CALAMITY*The Calamity Show* ♬ 22,30 CET

11 commenti:

  1. Risposte
    1. Anonimo02:01

      Anche se nn sono mai stato un "vulcanaro", ho condiviso per un pó di tempo questa esperienza e sono dispiaciuto di questo esito dovuto, apparentemente, a problemi economici, ma di fatto alla conclusione di un percorso.
      Per quanto potró, se avró la possibilitá di mantenere aperta Solaris, mi impegno a conservare sulla mia land, in uno spazio dedicato, quanta piú memoria possibile di questa esperienza, nn tanto per conservarne il ricordo, quanto per dimostrare che cambiare qcsa nelle relazioni umane si puó ed é lecito farlo, nello spirito di collaborazione e condivisione che ha da sempre animato la sua comunità.
      Vulcano é morto, W Vulvano!

      Elimina
  2. Finisce la bellissima esperienza della comunità di Vulcano. Un esperimento unico, tutto italiano, che molto ha insegnato e condiviso nel metaverso di SL. Il tempo ci cambia, modifica le cose e le relazioni, ci fa crescere e, purtroppo o per fortuna, non cresciamo tutti nello stesso modo. Ci terremo i tantissimi ricordi, gli amici che abbiamo incontrato e tutto ciò che abbiamo imparato in questi 5 anni di esperimento virtuale. Lo spirito di Vulcano batterà sempre nei nostri cuori, ovunque saremo e qualsiasi nome prenderemo. W VULCANO ♥

    RispondiElimina
  3. Quando sono entrato in SL nel 2007, fra le tante sim interessanti che esistevano, una in un modo o nell'altro era sempre in qualche modo un punto di riferimento: la land di Vulcano. Ricordo che molte persone quando volevano farmi vedere un esempio di un building mi teleportavano a Vulcano e mi facevano vedere il tal tempietto fatto a 600 metri (all'epoca non si potevano superare i 768 m)... Pur arrivando tardi e dopo "giganti" e persone interessanti, ho apprezzato e cercato di valorizzare la comunità di Vulcano il più possibile (ad esempio con post come: http://virtualworldsmagazine.wordpress.com/2010/12/26/vulcano-2011-rinascita-di-un-progetto-esplosivo/
    Come tutte le cose aveva anche lei qualche pecca e ho sofferto parecchio per alcune vicende (come ad esempio gli eventi del 2009) o a volte per l'eccessiva burocratizzazione dei ruoli. Ma nel complesso rimaneva un faro di sperimentazione. Vulcano non è importante per quello che è stata, ma lo sarà ancora di più per quello che le persone che l'hanno conosciuta potranno fare in seguito, propagando questo entusiasmo anche in nuove persone.
    sal

    RispondiElimina
  4. Ho visto molte land nascere e poi chiudere, anche dopo qualche anno, e ho visto alcune sconfitte in termini di fallimento del progetto iniziale, Vulcano è una di queste. E' l'ennesimo esempio di come una comunità non riesca a darsi una organizzazione e a creare un clima sereno di collaborazione. E non venitemi a raccontare che ci sono questioni economiche, perchè ci sarebbero molte persone disponibili a tassarsi per il progetto di Vulcano. Se non lo si fa è perchè, da quanto ho visto e letto, pur non avendolo vissuto direttamente, la comunità si è disgragata. Gli individui hanno cercato di prevalere sul gruppo. Peccato. Amen. Pensiamo al futuro, con una sconfitta in più come lesson learned. Ciao, in bocca al lupo.

    RispondiElimina
  5. Da molto sono uscita da Vulcano ma ho vissuto momenti indimenticabili di creatività e di scambio. Tutto quello che so nel campo del building ho cominciato ad imparare là, con l'aiuto di molti, con la collaborazione di tanti, con la condivisione di tutti. La mia strada era già da prima la grafica e coerentemente con quello che desideravo fare e con lo spirito della land, sono andata via per fare le mie cose altrove. Resta il mio affetto per il periodo che ho vissuto, per le persone che ho conosciuto, per le emozioni che ho provato. Forse chi non ha conosciuto bene Vulcano, puo pensare solo a polemiche e disagi ma è stata la culla della fantasia e della libera creatività per tanti. Buona fortuna a tutti da bacidalucia Oh

    RispondiElimina
  6. Anonimo20:20

    Comunque sia, vado via portandomi solo i bei ricordi di Vulcano, l'ho sentita come casa mia da subito. Ho conosciuto vulcanari che mi hanno dato molto soprattutto in termini umani. Tutto però finisce e non si approda in altri lidi se non si è disposti a mettersi alle spalle terre già conosciute. Un saluto a Vulcano e a tutti i vulcanari da Margye Ryba.

    RispondiElimina
  7. Peccato, sparisce un punto di riferimento importante per la comunità italiana in SL... Il mio augurio per tutti e: "ad maiora"!!!
    Rubin Mayo

    RispondiElimina
  8. I am sad to know that Vulcano is no more - however we have all learnt important things such as; fellowship, friendship, knowledge of ourselves, and not least building. Thank you for to all who have taught me. Even though events change things, memories last forever. And thank you to the Italian community who always welcomed me for the last 4 years. Siena Masala

    RispondiElimina
  9. Anonimo13:17

    Salve, gestori di golem di pixel. Vi parlo dal mio ruolo di "Primo Vulcanaro Fancazzista" della comunita' e vi dico che Vulcano ha cessato di essere collocata fisicamente nei server della Linden solo oggi ma che lo spirito "movens" della comunita' si e' spostato in altri posti da tempo ed ha rimesso le sue radici di creativita' collettiva, e solo il suo smembramento ha portato a farlo vedere come una sconfitta. Non dobbiamo essere tristi. Sarebbe un po' come giudicare una vergogna la migrazione dei Padri Pellegrini, sfuggiti ad una realta' morente.
    Potrei disquisire per ore su tutte le cose brutte e su quelle belle derivanti da un luogo fatato come quello, vi voglio invece dire che l'esperienza vissuta e' stata unica ed irripetibile e proprio per questo non puo' essere inquadrata e definita in modi cosi' razionali. Gente delatrice, portatrice della disgregazione sociale e fautrice di complotti e conflitti, dovra' ammutolirsi dinanzi a qualcosa che immenso gli si erge davanti: ieri c'eravamo quasi tutti (gli storici della land intendo, quelli del "giorno zero" di vulcano) e ci siamo scambiati IM di rimpianti in cerca di consolazione di un tempo che non tornera' piu'. Gia' solo questo resta per me la piu' grande vittoria, lo scambio delle nostre emozioni. Io sono un disamorato della evoluzione di quella land che non sentivo piu' mia da tanto tempo, ma con orgoglio campanilistico, perche' mi sento veramente vulcanaro dentro, la difendero' sempre.
    Voglio solo guardare al bello di Vulcano, ma non come a scegliere un epitaffio gentile per una persona morta, una frase edulcorata per dimostrare un amore tardivo, io vi voglio dire che Vulcano sara' ovunque, ogni volta che loggo e staro' con voi, amici miei.
    EXIDOR BING.

    RispondiElimina
  10. Chiariamolo: il motivo della chiusura della sim è economico. Se mantenere la sim non costasse 300 dollari al mese, la sim sarebbe rimasta online anche nel 2012. Ma la comunità e il gruppo di Vulcano ormai sono chiaramente dissolti e frantumati, e questo non dipende dai soldi.

    Precisato questo, Vulcano è stata un pezzo di storia di Second Life, un esperimento sociale importante, una sfida in cui molti di noi si sono impegnati a fondo.
    Una strada che sicuramente è valsa la pena di provare a percorrere assieme, nonostante il cammino sia stato spesso impervio e la direzione poco chiara.

    Ma quello che conta è stato il camminare assieme, e ringrazio tutti quelli al cui fianco ho camminato.

    RispondiElimina